SCARICA SUBITO LA TUA COPIA!

SI, accetto i Termini di Privacy

I tuoi dati sono al sicuro e sono trattati in piena conformità alla Legge sulla Privacy n. 196/2003.
Potrai cancellarti in qualsiasi momento con un click.

Stefano Boscarato

SCARICA SUBITO LA TUA COPIA

SI, accetto i Termini di Privacy

I tuoi dati sono al sicuro e sono trattati in piena conformità alla Legge sulla Privacy n. 196/2003. Potrai cancellarti in qualsiasi momento con un click.

bigstock-Contract-with-person-signing-n-26173646_-_Copy

Acquistare una Nuda Proprietà?

Acquistare una Nuda Proprietà conviene?

Secondo il portale Casa.it c’è un incremento di domanda e offerta di nuda proprietà a doppia cifra, ed è un fenomeno frutto dei nostri tempi.

Più intenso nelle grandi città, ed in via di sviluppo nelle cittadine più piccole.

La vendita della nuda proprietà consente all’attuale proprietario di crearsi della liquidità mantenendo al tempo stesso la disponibilità dell’immobile (usufrutto) e disporne sia come propria abitazione che come ulteriore fonte di reddito (per esempio cederlo in locazione).

Chi invece acquista una Nuda Proprietà fa un investimento a medio-lungo temine in quanto avrà la disponibilità dell’immobile solo quando verrà a mancare l’usufruttuario, e a fronte di questo lo paga molto meno del valore di mercato attuale. Inoltre non paga l’IMU, in quanto l’imposta ricade sull’usufruttuario.

La nuda proprietà è un’opportunità interessante purché affrontata con la giusta conoscenza.

Innanzitutto è fondamentale una corretta valutazione dell’immobile per poter poi determinare la quota del prezzo imputabile all’usufrutto (dipende dall’età e dal sesso dell’usufruttuario) e quella imputabile alla Nuda Proprietà che verrà pagata dall’acquirente.

Inoltre per la vendita è sempre necessario un atto notarile trattandosi di diritti relativi a beni immobili.

Quando si tratta di acquistare una Nuda Proprietà capita talvolta di convenire anche una modalità di pagamento diversa dalla normale compravendita (dove l’importo viene normalmente saldato all’atto notarile) : l’acquirente può versare subito una parte del prezzo e il rimanente può essere dilazionato con importi mensili sino a saldo dell’intero valore dell’immobile. In questo caso l’acquirente può evitare di versare in un’unica soluzione l’intero importo e il venditore avrà a disposizione una rendita mensile di cui avvalersi come una sorta di pensione integrativa.

“Ti è piaciuto l’articolo? Iscriviti al mio feed RSS e ricevi gli aggiornamenti!”Stefano

Boscarato

Creatore del Sistema di Vendita Immobiliare® – Gli Specialisti del Vendere Case